Möchten Sie zur deutschen Seite wechseln?JaNeina
Close
Comunicati Stampa
Automotive|Italy|Italian

Una ricerca di GfK sulle Connected Car

08.06.2015

Primi risultati su una ricerca GfK su electric and connected car

GfK ha condotto uno studio in 7 Paesi dal titolo “the connected car”, cioè quelle dotazioni tecnologiche e applicazioni che permettono un’interazione attiva da parte della vettura.

I Paesi oggetto di indagine sono stati: USA, UK, Germania, Russia, Brasile, Cina e Italia (i risultati parziali dell’Italia saranno disponibili a breve).

E’ stato sondato l’interesse nei confronti di 7 concetti di tecnologia “connessa”, qui descritti:

1. INTRATTENIMENTO: Un’auto che conosce le preferenze di intrattenimento del proprietario. Ad esempio, il sistema musicale può essere configurato per trasmettere facilmente la musica o audio libri dallo smartphone o dal tablet, non appena si entra in auto. I passeggeri possono scegliere tra una vasta gamma di film e programmi televisivi, usando il touch screen e cuffie integrate; possono giocare con video giochi o navigare in Internet. Il sistema permette anche di scaricare applicazioni, come ad esempio visite guidate per aiutare il driver a esplorare i luoghi dove sta guidando

2. VETTURA A GUIDA AUTONOMA: in questo caso l’auto guida da sola, in completa autonomia; basta prenotarla, per sè, la famiglia o gli amici, e l’auto si presenta nel luogo richiesto. Come un veicolo autonomo, è in grado di rilevare l’ambiente circostante e di spostarsi senza alcun intervento umano, ed è un modo conveniente e facile per muoversi in sicurezza

3. TRACCIAMENTO DATI: la vettura tiene traccia del tipo di utilizzo e fa raccomandazioni basate sullo stile di guida e sul consumo di carburante. Segnala quando deve andare in officina ed esegue la diagnostica in modo da sapere cosa c’è che non va per poter controllare anticipatamente con l’officina il costo delle riparazioni. La vettura sarà equipaggiata con la stessa tecnologia utilizzata negli aerei e avrà una scatola nera. Se dovesse accadere un incidente, la vettura condividerà automaticamente i dati e le informazioni con la polizia e la compagnia di assicurazione del titolare; il tutto sarà corredato da una registrazione video che renderà più facile comprendere le circostanze dell'incidente.

4. MASSIMA SICUREZZA: Si tratta di un’auto che rende la guida più sicura possibile. Il Cruise Control aiuta a rilassarsi durante i lunghi viaggi, mentre i sensori della vettura allertano se c’è una caduta di attenzione. Fotocamere integrate consentono di evitare gli angoli ciechi durante il sorpasso. Il parcheggio è ancora più semplice perché l’auto può parcheggiare da sola, anche in punti difficili. La connettività con altre vetture, assicura di essere avvisato quando insorgono problemi, ad esempio incidenti, conducenti pericolosi o la necessità di rallentare a causa del traffico sostenuto. Questa stessa connettività può anche aiutare a individuare i parcheggi per l’auto.

5. LIFE MANAGER: La vettura comunica con altri dispositivi collegati alla rete domestica per rendere la vita più facile. Ad esempio, il riscaldamento dell’abitazione potrebbe essere acceso non appena l'auto è nei dintorni della casa. Si potrebbe anche consentire di controllare altre impostazioni - per esempio, aprire la porta di casa e accendere le luci dall’interno dell’auto. Se anche il frigorifero fosse “connesso” potrebbe inviare una lista della spesa, ricordando ciò che è necessario comprare prima di tornare a casa. Si potrebbero anche impostare contatti con chi consegna la spesa (questa potrebbe essere consegnata direttamente nel vano refrigerato della parte posteriore dell’ auto, ovunque l’auto si trovi parcheggiata).

6. VETTURA ELETTRICA AUTOSUFFICIENTE: è una vettura elettrica resistente, ma nel contempo leggera, che non supera i 95 km/ora, progettata per utilizzare meno energia possibile durante la guida. Ha integrati pannelli solari per contribuire a ridurre il consumo energetico. Analizza anche lo stile di guida del conducente per suggerire come ridurre il consumo di energia, assicurando che le bollette siano più contenute

7. SOLUZIONE DI MOBILITA’: Non è più una vettura, ma una soluzione di mobilità. Questa applicazione si assumerà la responsabilità completa del viaggio, individuando la migliore soluzione di trasporto incluso il noleggio di auto, autobus e treni, al fine di arrivare alla destinazione prescelta nel modo più efficiente possibile. Dopo aver selezionato la destinazione, il driver sarà messo in grado di scegliere quale aspetto intende rendere più efficiente, ad esempio la durata dello spostamento o il prezzo dei consumi. L'applicazione quindi fornirà la soluzione di trasporto e di prezzo, prima di prenotare l’auto. Prima di iniziare il viaggio si otterrà un pass con le istruzioni che consentono di spostarsi in modo efficiente da una forma di trasporto all'altro senza ritardi o ulteriori pagamenti.

A livello globale – sommando cioè i 6 mercati - il concetto che raccoglie il maggiore interesse è Massima Sicurezza (87%), in seconda posizione viene Tracciamento Dati (79%) seguito da Vettura Elettrica Autosufficiente (73%), Intrattenimento (68%), Guida Autonoma (66%), Soluzione di mobilità (65%) e in un ultima posizione Life Manager (62%).

Passando dal gradimento generale all’intenzione all’acquisto, Massima Sicurezza (65%) e Tracciamento Dati (53%) rimangono in testa, ma al terzo posto balza il concetto di Intrattenimento (42%), seguito da Life Manager (38%). Da questi dati già si comprende come l’interesse dichiarato sia cosa ben diversa dalla disponibilità alla spesa: la sicurezza, che è il tema più rilevante, perde ben 22 punti percentuali.

I concetti di Vettura Elettrica Autosufficiente e Guida Autonoma raccolgono un consenso più astratto che reale tanto da far registrare livelli di considerazione all’acquisto ancora piuttosto contenuti.

I 4 concetti primi classificati in termini di propensione all’acquisto (Sicurezza, Tracciamento Dati, Intrattenimento e Life Manager) rispondono a precise esigenze emotive che emergono durante l’esperienza di guida. L’automobilista alla guida della propria vettura si sente soprattutto felice, libero, tranquillo, rilassato. Tutti stati emotivi che questi concetti supportano e amplificano.

Al contrario, la Vettura Elettrica Autosufficiente e la Guida Autonoma suscitano sensazioni di ansietà, impotenza, timore e noia.

Sono soprattutto i mercati più maturi – USA, UK e Germania - ad avere un atteggiamento più negativo nei loro confronti, mentre si registra una maggiore apertura, almeno nel dichiarato, da parte di Brasile e Cina.

Sull’Auto a Guida Autonoma è stata poi posta una domanda curiosa, che ha però evidenziato la necessità di indagare a fondo quali possano essere le reali barriere alla sua adozione su larga scala, se e quando mai ciò accadrà da parte di case automobilistiche o altri produttori.

E’ stato chiesto al campione di intervistati se cambiasse il loro interesse nei confronti della Guida Autonoma qualora questa dovesse essere sottoposta alle stesse limitazioni di legge in ambito di assunzione di bevande alcoliche. Ebbene, a livello globale, il 65% degli intervistati ha risposto che l’interesse diminuirebbe, con punte che sfiorano il 70% in USA, Germania e Cina.

E’ quindi possibile affermare che la tecnologia deve infondere in primo luogo fiducia in chi guida. E’ questo, infatti, il parametro che fa la differenza tra tecnologia di successo e tecnologia fine a se stessa.

Contatti stampa GfK in Italia
Italy
General