Möchten Sie zur deutschen Seite wechseln?JaNeina
Close
Comunicati Stampa
Press|Consumer Goods|Italy|Italian

Nel quarto trimestre 2015 risale la fiducia dei consumatori italiani

03.02.2016

Presentato da GfK l'indice di fiducia dei consumatori in Europa aggiornato al quarto trimestre 2015.

Trend positivo per tutti gli indicatori relativi alle aspettative economiche dei consumatori italiani. A livello europeo, il livello di fiducia dei consumatori è aumentato di 1,9 punti e l'anno si è chiuso con l'indice attestato a 12,2 punti. La crisi dei rifugiati e la minaccia terroristica pesano ancora, ma la fiducia dell'opinione pubblica migliora, grazie anche alle stime in rialzo per l'economia e alla diminuzione dei costi energetici.

Negli ultimi mesi del 2015 i consumatori italiani sembrano avere recuperato maggiore fiducia. Questo quanto emerge dai risultati dell'indice di fiducia dei consumatori in Europa, rilevato da GfK. Se durante l'estate le aspettative economiche degli italiani erano rimaste negative - sprofondando a -31,9 punti nel mese di luglio - nel quarto trimestre del 2015 si è interrotto il trend al ribasso, con l'indicatore salito a -1,4 punti (14 punti in più rispetto al valore di settembre).

Nonostante l'indice rimanga in area negativa, i consumatori italiani esprimono una fiducia crescente, probabilmente correlata alle previsioni di ripresa economica per i prossimi mesi. A novembre, l'indicatore ha raggiunto il valore più alto da gennaio 2010, attestandosi a 1,9 punti. Decisamente positivo il confronto con lo stesso periodo del 2014, quando l'indice era pari a -35,4 punti.

Questo ottimismo si riflette anche sulle aspettative di reddito. Nel corso del 2015, il valore dell'indicatore corrispondente è stato rivisto al rialzo e - con una crescita di 11,8 punti nel quarto trimestre - ha raggiunto i 6,6 punti alla fine dell'anno, tornando positivo per la prima volta in sei anni. Si intravede un calo leggero ma costante anche nel tasso di disoccupazione che, secondo ai dati della Commissione europea, a novembre si è attestato all'11,3%.

Infine, l'indicatore della propensione all'acquisto degli italiani si è stabilizzato in area positiva durante i mesi estivi, aumentando considerevolmente nell'ultimo trimestre del 2015. A partire da settembre, il valore dell'indicatore riguardante le intenzioni di spesa è aumentato di 18,3 punti, attestandosi a 24,4 punti nel mese di dicembre, il valore più alto da agosto 2000.

Download (PDF)

Contatti stampa GfK in Italia
Italy
General