Möchten Sie zur deutschen Seite wechseln?JaNeina
Close
News
Technology|Consumer Goods|Point of Sales Analytics|Italy|Italian

Come i produttori di TCG possono di massimizzare il loro Media Mix

29.05.2017

Per chi si occupa di marketing nel settore dei beni durevoli, le sfide principali sono costruire l'immagine del brand, ottimizzare il budget destinato ai media e generare utili. A volte raggiungere questi obiettivi può sembrare una "missione impossibile", ma fortunatamente, esistono delle tecniche di ricerca collaudate che possono essere d'aiuto.

Il Marketing Mix Modeling (da qui in avanti: MMM) è una soluzione studiata per aiutare chi si occupa di vendite e marketing ad affrontare le nuove sfide del mercato. In questo articolo, spiegheremo in quattro punti come il MMM è diventato un aspetto fondamentale tanto per i produttori di beni durevoli, quanto per il settore dei beni di consumo. Un aiuto per trasformare la tua "missione impossibile" in una "missione compiuta".

Missione N. 1: sfruttare la digitalizzazione dei media

Con l'avvento dell'era digitale, è aumentato il numero di canali mediatici e di dispositivi connessi. Di conseguenza, i Consumatori Connessi sono esposti a un numero di messaggi pubblicitari in costante crescita. La frammentazione dei media rende difficile sapere dove, quando e come raggiungere i consumatori e - come se non bastasse - la curva di attenzione delle persone è in costante declino. Infine, l'immediatezza del canale digitale ha reso sempre più importante l'ottenimento di vendite a breve termine tramite campagne online.

Tutte sfide che mettono alla dura prova gli addetti ai lavori. Il successo di qualsiasi campagna dipende dalla corretta gestione del proprio Marketing Mix. Per massimizzare il budget, è essenziale disporre di dati accurati sulle prestazioni degli annunci pubblicitari, per capire quali campagne su quali piattaforme hanno un impatto positivo sulle vendite. L'analisi MMM misura il contributo dei diversi canali mediatici - sia online che offline - consentendo di gestire al meglio il budget in modo da ricavarne il massimo ROI.

Missione N. 2: adottare un approccio omnicanale

Nel settore dei Technical Consumer Goods (TCG), l'e-commerce rappresenta un canale estremamente importante, con una quota di vendite in costante crescita. Secondo i nostri dati, nel 2016 le vendite online hanno rappresentato il 23,1% del totale e in generale i consumatori adottano sempre più di frequente un approccio omnichannel. Il messaggio non potrebbe essere più chiaro: non essere presenti su tutti i canali comporta una perdita delle vendite.

Il canale online inoltre consente di verificare i prezzi e di fare confronti tra i vari prodotti. Un fenomeno che ha reso sempre più importanti le attività promozionali da parte di produttori e rivenditori. L'analisi MMM può aiutare le aziende a capire quali promozioni sono realmente efficaci, offrendo alle aziende tutte le informazioni necessarie per misurare l'efficacia delle azioni intraprese e ottimizzare le attività per ciascun canale.

Missione N. 3: far fronte al livellamento delle caratteristiche dei prodotti

Le innovazioni tecnologiche possono determinare il successo di un prodotto. Con l'evoluzione dei mercati tecnologici, però, tutti i brand e i modelli risultano molto simili. In questo contesto, offrire un "ottimo prodotto" non basta più ed è necessario trovare nuovi modi per differenziarsi dalla concorrenza.

Offrire un'esperienza memorabile del brand diventa fondamentale per suscitare l'interesse dei Consumatori Connessi e convincerli a scegliere i nostri prodotti. Di conseguenza, la tendenza attuale è quella di costruire campagne di marketing focalizzate prevalentemente sui vantaggi offerti dai prodotti e sulla "brand experience", piuttosto che sulle loro caratteristiche tecniche. L'analisi MMM misura l'impatto sulle vendite di ciascuna campagna e di ciascun mezzo, consentendo di calcolare il ROI di ciascun canale e di realizzare delle sinergie a livello di media e canali.

Missione N. 4: affrontare la riduzione del ciclo di vita dei prodotti

Il ciclo di vita dei prodotti tecnologici sta subendo un'accelerazione, mentre la capacità di riacquisto rallenta. Allo stesso tempo, le campagne pubblicitarie di quasi tutti i brand tendono ad essere sempre più brevi e a concentrarsi sul lancio di nuovi prodotti. Di conseguenza, si riduce il tempo a disposizione per realizzare dei margini. Nel pianificare una campagna pubblicitaria, potresti ritrovarti a scegliere se investire su uno spot televisivo di breve durata (con alti costi e alto impatto) oppure su un progetto digitale a più lungo termine (e meno costoso).

L'analisi MMM può aiutarti a prendere la decisione migliore, mettendoti a disposizione dati settimanali sul contributo alle vendite dei diversi elementi della campagna, che ti aiuteranno a definire il piano media più appropriato. 

Articolo di: Bjoern Kroog

Contattaci per saperne di più su come massimizzare il tuo media mix

General